Le olive all’ascolana nei McDonald’s

Fino al 24 gennaio prossimo nei McDonald’s di tutta Italia si potrà trovare una specialità tutta marchigiana: l’oliva all’ascolana. La conferma è arrivata da Roberto Masi, amministratore delegato di McDonald’s Italia, che tra le altre cose è marchigiano. Masi, molto soddisfatto, ha dichiarato: «Le olive all’ascolana sono una proposta sfiziosa pienamente in linea con il nostro modo di essere e proporci: un cibo gustoso che si mangia con le mani».

La tendenza di McDonald’s , come più volte emerso, è quella di proporsi come un’azienda “locale”. Infatti circa l’80% dei prodotti venduti o utilizzati dalla multinazionale americana nei suoi negozi sul territorio italiano sono, infatti, di produzione e origine italiana. Per quanto riguarda le olive all’ascolana, queste verranno prodotte da un’azienda di Offida, la Sia (Società Italiana Alimenti). Offida è una frazione di Santa Maria Goretti che si trova nella zona di Ascoli Piceno.

La previsione, fino a gennaio del prossimo anno, è di vendere almeno 45 tonnellate di questo gustoso prodotto. Le olive verranno proposte ai consumatori in confezioni da tre pezzi, ad un prezzo consigliato di 2,20 euro.

Le olive all’ascolana, come suggerisce il nome stesso, sono tipiche della zona di Ascoli Piceno. Si tratta di olive verdi farcite all’interno con carne macinata che può essere manzo o maiale, spezie, uovo e parmigiano. Più rari sono i ripieni al pesce, diffusi lungo la costa. Una volta farcite vengono passate nel pane grattugiato e nell’uovo e fritte. La loro nascita si fa risalire al 1800. Dal 2005 si tratta di un prodotto a marchio Dop.

Leave a Reply