Autodromo di Santa Monica meno rumoroso

In questi anni il lavoro per diminuire l’impatto acustico della pista di Santamonica ha portato i suoi effetti positivi, cercando ora anche di diminuire le giornate in deroga, dove attualmente sono 37 le giornate in cui si possono sforare i decibel.

Ora si stanno conducendo nuovi controlli fenometrici per individuare nuovi punti deboli. L’attenzione per il fenomeno è sempre sotto controllo e dopo il rinnovo del contratto quinquennale per la motomondiale, il circuito sembrerebbe essere con le carte tutte in regola.

Il circuito di Santamonica dal 2006 da quando è partito il piano di bonifica acustica ha investito 1 milione e mezzo di euro migliorandosi in questi anni, potendo individuare i punti critici con centraline fisse e mobili per poi installare tra il maggio e il giugno del 2008 una vera barriera antirumore…

Oggi si continueranno i controlli e si pensa di installare un’altra centralina fissa nella zona artigianale di via dell’autodromo, afferma il direttore del circuito, anche se in questa zona l’unica abitazione non c’è più e di conseguenza i limiti di decibel cambiano…

Leave a Reply