Le Giornate Fai di Primavera arrivano anche nelle Marche

Il prossimo fine settimana, il 24 e il 25 marzo, nelle Marche e in tutta Italia si terranno le “Giornate Fai di Primavera”. Si tratta della Ventesima edizione di una manifestazione che ha lo scopo di sostenere i patrimonio culturale nazionale. Fai, acronimo di “Fondo Ambientale Italiano”. Dalla prima edizione ad oggi le “Giornate Fai di Primavera” hanno visto la partecipazione di 6.165.000 visitatori, che hanno potuto visitare ben 6.390 beni aperti. Durante l’edizione del 2012 saranno ben 670 i beni su tutto il territorio nazionale.

La regione Marche ha fatto di questo evento uno dei cardini della promozione e del sostegno del suo territorio. Lo ha detto Pietro Marcolini, assessore alla Cultura della Regione, che ha spiegato come le “Giornate Fai di Primavera” siano ormai un momento per incontrarsi in serenità, gustare la bellezza del Passeggio e dare un senso all’identità nazionale italiana. Nelle Marche sono oltre 30 i volontari che il prossimo fine settimana lavoreranno per tenere aperti i luoghi della cultura per far sì che le famiglie possano accedervi.

Le “Giornate Fai di Primavera” permettono di accedere a molti beni che spesso sono chiusi al pubblico. Per l’edizione di quest’anno ricordiamo che a Roma si potrà visitare il Complesso Borromiano dell’Oratorio dei Filippini; a Milano il Palazzo della Banca d’Italia, che non è mai stato aperto al pubblico; a Napoli la Pontificia Reale Basilica di San Giacomo degli Spagnoli, che conserva le spoglie di Don Pedro di Toledo. Chi si iscrive alla Fai, inoltre, durante la due giorni godrà di privilegi come accessi facilitati e speciali.

Leave a Reply