Riccione: un 2011 d’oro

Riccione ha avuto una stagione estiva d’oro: il 2011 è stato l’anno più positivo di una lunga serie, sopratutto in un momento di recessione e crisi economica.

I dati arrivano dall’Osservatorio turistico Luigino Montanari, e sono stati elaborati partendo da 105 questionari che sono stati inviati a coloro che hanno strutture ricettive o che gestiscono attività che hanno a che fare con il turismo.

Le risposte, nel 98% dei casi, sono state positive: solo il 2% degli intervistati si è espresso negativamente sulla stagione estiva appena conclusa.

In generale gli intervista hanno affermato che agosto era partito male, ma che poi si è concluso benissimo, con molti arrivi: per il 60% degli intervistati il periodo dal 15 al 30 agosto è stato migliore del 2010, mentre per il 34% è andata come lo scorso anno; per quanto riguarda settembre, invece, per il 39% è andata meglio e per il 34% è stato come il 2010.

Per il 59% degli intervistati il mese peggiore – e peggiore anche del 2010 – è stato maggio.

Questi risultati sono dovuti in parte al fatto che le tariffe non sono aumentate rispetto all’anno precedente, cosa che ha permesso di rimanere competitivi sul mercato.

E le statistiche della provincia di Rimini confermano questi dati: nella stagione estiva 2011 sono stati registrati 599.261 arrivi, con un aumento del 4,60% rispetto all’anno precedente, mentre per quanto riguarda le presenze si è registrato un aumento del 4%.

Diminuiscono gli stranieri, ma aumentano le famiglie giovani e le coppie senza figli. Allo stesso modo aumenta il periodo di soggiorni, dai 5 giorni del 2010 ai 7 del 2011.

Leave a Reply